Fatti interessanti sulle comete

C/2014 Q2 Lovejoy nel August 2014 (Credit: JOHN VERMETTE / WIKIMEDIA COMMONS)

Le comete sono piccoli corpi celesti che orbitano attorno al Sole e sono principalmente composte da gas congelati che vengono rilasciati dalla cometa quando essa si avvicina al Sole.  Ci sono molti fatti interessanti sulle comete e cercheremo di elencarne alcuni in questo articolo.

Fatti Interessanti sulle Comete

       1. Il nucleo di una cometa è composto da rocce e gas congelati

Il nucleo di una cometa è composto da ghiaccio, polvere e detriti di rocce formatesi circa 4,6 miliardi di anni fa, con la nascita del sistema solare. I nuclei di cometa sono tra gli oggetti più oscuri del sistema solare poichè riflettendo solo il quattro percento della luce che li colpisce. La maggior parte dei nuclei hanno dimensioni inferiori ai 15km di diametro e hanno forma irregolare perché la loro massa non è sufficiente ad attrarre abbastanza materiale da creare un oggetto sferoidale.

        2. La coda di una cometa aumenta in dimensioni quando si avvicina al Sole

Quando una cometa si avvicina al Sole durante la sua orbita, il gas sulla sua superficie viene vaporizzato dalla radiazione solare. Quindi le bellissime code delle comete che vedete in cielo o in fotografia sono in realtà minuscoli pezzettini di giacco che rifrettono la luce del Sole. Più una cometa si avvicina al Sole e più la sua coda aumenterà di dimensioni in quanto aumenterà anche la radiazione solare.

        3. Si ritiene che le comete abbiano origine in due regioni del sistema solare

La nube di Oort e la fascia di Kuiper sono le regioni in cui le comete  possono essere trovate. La nube di Oort è una regione esterna del Sistema Solare che si trova ad una distanza 50.000-150,00 volte quella tra Sole e Terra. Si ritiene che in questa fascia ci siano comete dormienti che a volte vengono attratte dalla gravità del Sole e tendono a cadere verso di esso. La Cintura di Kuiper è invece un anello di comete e asteroidi situato appena oltre l’orbita di Nettuno.

       4. Le comete hanno due code, non una sola

Quando le comete si avvicinano al Sole, il vento solare e il campo magnetico del Sole spazzano via le particelle dalla superficie della cometa. Le particelle di polvere formano una coda curva che può estendersi fino a 100 milioni di km.

          5. Le comete hanno ispirato strane superstizioni

Nel corso degli anni, le comete sono state interpretate in modo diverso dalla cultura popolare, sia come segni di imminente rovina e sia come precursori di buona fortuna. Ad esempio, l’imperatore romano Nerone credette che una cometa prefigurasse il suo assassinio, e così ordinò l’assassinio di tutti i suoi successori. Al contrario, Guglielmo il Conquistatore considerò una cometa di buon auspicio prima di invadere l’Inghilterra nel 1066.

          6. Le comete possono svanire o addirittura esplodere

Le comete possono “svanire” se perdono tutto il gas che le compone se si avvicinano troppo al Sole. Allo stesso modo, la gravità del Sole può esercitare forze tali da frantumare la cometa.

          7. Ci sono oltre 3.000 comete attualmente conosciute

Anche se fino ad oggi si contanto circa 3000 comete, gli scienziati credono che ci siano fino a un miliardo di comete nel nostro sistema solare.

          8. I frammenti delle comete possono creare piogge di meteoriti

Lungo le loro orbite attorno al Sole, le comete perdono piccole rocce che potrebbero trasformarsi in meteoriti. Quando la Terra passa attraverso quello che rimane del passaggio di una cometa, quindi gas e rocce, possiamo assistere allo scontro di questi con l’atmosfera terrestre. Un esempio di questo fenomeno sono le Perseidi, o anche conosciute come stelle cadenti, che non sono altro che frammenti che cadono sulla terra della cometa Swift-Tuttle.

Quali sono le comete più famose?

  1. La Cometa di Halley (1P / Halley) è tra le più conosciuta della storia perchè si ripresenta nei cieli stellati ogni 76 anni. In questo articolo, La Cometa di Halley e le Comete Periodiche, un approfondimento sulle comete periodiche e quella di Halley.

    Cometa di Halley – Credit: Nasa

  2. La Cometa Hale-Bopp è stata forse la cometa più osservata del 20° secolo e una delle più brillanti viste per molti decenni. È stato scoperto nel 23 luglio 1995 ed è stata visibile ad occhio nudo per 18 mesi, il doppio del precedente detentore del record, la Grande Cometa del 1811.

    Cometa Hale-Bopp, Credit: Philipp Salzgeber

  3. La Cometa Shoemaker-Levy 9, nota anche come SL 9, prese il nome dai suoi scopritori, Gene Shoemaker, Carolyon Shoemaker e David Levy. La cometa venne fatta a pezzi dall’orbita di Giove e si schianto sul gigante gassoso in una serie di impatti nella settimana del 16 luglio 1994.

Shoemaker-Levy 9, Credit: Hubble Telescope

Potrebbero interessarti anche...