Cosa Vediamo della Galassia M51

Quella che vediamo in questa splendida foto in alta risoluzione del telescopio spaziale Hubble, è la galassia M51, nota anche come galassia Whirlpool per le sue braccia molto lunghe.

Si trova ad una distanza di circa 23 milioni di anni luce dalla terra, ma è davvero luminosa: una delle più brillanti dopo M31.
La su magnitudine apparente è di 8,4: quindi è teoricamente visibile anche con un binocolo 10×50 se la serata è ottimale e le luci cittadine assenti.
Per osservala dovete rivolgere i vostri strumenti nel grande carro, sotto Alkaid, l’ultima stella dell’archetto. (13h 29m 52.7s | +47° 11′ 43″).
Già che state guardando in quella direzioni vi suggeriamo questo approfondimento sull’ammasso aperto del grande carro.

Bene, ma cosa stiamo vedendo in questa bellissima foto?

La prima cosa che salta all’occhio è che si parla di una galassia a spirale, e che siamo davvero fortunati dato che la vediamo esattamente perpendicolare al nostro piano! E’ proprio questa sua prospettiva assoluta che ci permette di cogliere particolari davvero interessanti ed unici.

Uno di questi particolari sono le sue braccia estremamente lunghe e curve. Molte galassie a spirale possiedono numerose braccia con forme meno pronunciate, mentre quelle di M51 sono estremamente marcate.
Ed è proprio qui che avviene la magia della nascita delle stelle.
Un’altro particolare non indifferente che si coglie in questa foto è che le braccia brillano di una luce soffusa e azzurra. Questo è un segno inequivocabile della presenza di milioni di stelle giovanissime.
A riconferma di ciò vediamo che in mezzo alla luce azzurra splendono innumerevoli zone di luce rosa: Sono nebulose diffuse che stanno generando stelle e che sono illuminate dalle stelle vicine e dalle proto-stelle che stanno generando.
Per fare un paragone all’interno della nostra galassia, dobbiamo pensare a queste fucine di stelle come alla bellissima Nebulosa di Orione (M42), oppure alla Nebulosa dell’Aquila (M16) dove risiendono i “pilastri della creazione”.
Sporadici qua e là, sempre all’interno delle braccia, si possono notare anche dei piccoli ammassi aperti: regioni di stelle molto vicine e nate dalla stessa nebulosa.

Nella parte alta della foto vediamo un’altra galassia: NGC 5195.
È una galassia ellittica molto più vecchia di M51 è molto meno attiva. E questo ce lo indica il fatto che non vediamo traccia di giovani stelle azzurre o nebulose diffuse.
In questa galassia vediamo solo una vasta area di luce gialla proveniente da stelle di mezza età.

Gli astronomi ritengono che NGC 5195 sia la responsabile della straordinaria marcatura delle braccia di M51. Essa infatti sembra quasi tirare uno dei bracci di M51, e fino a non molti anni fa si pensava di assistere ad uno scontro galattico tra le due.
Le foto ad altissima risoluzione dell’Hubble hanno invece evidenziato che NGC 5195, seppur vicinissima, si trova in realtà dietro ad M51 e che stiamo assistendo ad un gioco di prospettive cosmiche.
È certo però, che Mentre NGC 5195 si sposta sotto a M51, la sua influenza gravitazionale comprime le nubi di gas sulle braccia di quest’ultima innescando i processi di formazione stellare.

Gli ultimi dettagli di questa straordinaria immagine li lasciamo identificare a voi: confrontatela con l’immagine qui sotto ed in corrispondenza dei puntini colorati dovreste trovare delle nebulose planetarie.
Questa mappa è stata elaborata da un team di ricercatori che hanno lanciato un programma di ricerca sulle nebulose planetarie extra-galattiche usando M51 tra i soggetti grazie alla sua distanza e prospettiva favorevole.

Le prossime sere che volgete lo sguardo verso il grande carro ricordate che là, in mezzo ad una manciata di stelle, si nasconde una delle galassie più belle del cielo.

Un saluto a tutti gli osservatori e agli astro-fotografi di questo sito.

Magnitudine Assoluta

***Ti piace scrivere di astronomia? Contattaci a contatti@emout.org, siamo sempre alla ricerca di scrittori talentuosi.

Potrebbero interessarti anche...