Nuove Leve Crescono – Daniele Citi

Developer di videogiochi per smartphone con una forte passione per l’astronomia. Oggi parliamo di Daniele Citi, membro dell’associazione Unione Astrofili Lucchesi, che recentemente ha riscosso molto successo sul proprio sito web dove pubblica foto in alta definizione di panorami astronomici scattati da amatore. Una sua foto del transito di Mercurio è stata pubblicata sul periodico Focus e sul corriere italiano ANSA riscuotendo notevole successo.

Per scoprire di più su Daniele e informare i nostri utenti Emout, ci siamo seduti con lui e gli abbiamo chiesto senza indugi quanto l’Unione Astrofili Lucchesi l’abbia aiutato nel raggiungimento del suo recente successo. “All’inizio mi hanno aiutato molto con la fotografia astronomica, anche se la maggior parte del lavoro l’ho imparato provando e riprovando con passione, intere notti passate fuori con la mia strumentazione. Ne è valsa la pena, vedere Focus e ANSA pubblicare la mia foto è stata decisamente una bella soddisfazione”. Quando gli abbiamo chiesto che ruolo ha avuto la creazione di un suo sito web sull’astronomia, Daniele Citi, lui risponde così: “Ho creato un sito per pubblicare le mie foto per farmi conoscere insieme alle cose che amo. È bello condividere le proprie passioni con gli altri e scambiarsi idee a riguardo. Il sito mi ha ultimamente aiutato a rendere le foto più visualizzabili”.

Daniele Citi è molto impegnato con lo sviluppo di videogiochi per iOS, ma la forte passione per l’astronomia lo spinge a bilanciare il suo tempo tra le due attività. “Sebbene sia molto impegnato con lo sviluppo per smartphones cercherò sempre di portare fuori il mio C8 HD ed in futuro spero di riuscire a creare un osservatorio con cupola sul tetto con cui fare anche fotometria differenziale, sarebbe un sogno.

Quando gli viene domandato da cosa è nata la sua passione per l’astronomia, lui ci rivela che è nata alla tenera età di 13 anni: “Già in terza media studiavamo in scienze la parte relativa alle stelle. Adoravo ammirare le foto delle galassie sul libro di testo e sognavo di riuscire a vederne una con i miei occhi. All’esame poi feci un tema sul Sistema Solare di ben 5 colonne, niente male dissero. Da quel periodo la passione non mi ha più abbandonato. In astronomia trovo interessante il fatto che possa spiegare praticamente ogni cosa, come ad esempio il fatto che i nostri atomi si siano formati sulle stelle. Adoro anche pensare che grazie all’astronomia possiamo cercare esopianeti simili alla Terra e perché no anche captare segnali extraterrestri”.

Per concludere la nostra intervista gli abbiamo chiesto quale sarà il suo prossimo telescopio e quale invece quello dei suoi sogni. “In futuro pensavo ad una nuova montatura, tipo quelle nuove della Celestron, insieme all’hyperstar, che abbinato al mio C8 HD farebbe meraviglie. Invece se potessi scegliere un telescopio, sicuramente sceglierei il C14 HD in postazione fissa, altrimenti il C11 HD. Adoro Celestron e ormai lo avrete capito.” 😉 

Abbiamo deciso di pubblicare la storia di Daniele, perchè lui, insieme ad altri centinaia di giovani ragazzi, rappresenta il futuro dell’astronomia amatoriale. Volevamo anche sottolineare l’importanza delle associazioni astronomiche, che nei primi passi sono quasi fondamentali per sostenere giovani leve alle prese con le prime difficoltà.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento